Azienda

Castellammare del Golfo — l'antico emporio di Segesta — è una cittadina del trapanese con un ricco entroterra tradizionalmente legato alla coltivazione dell'uva e dell'ulivo. È un luogo di cultura e sapienza antica, ed è in questo contesto ricco di tradizione e passione genuina per le cose semplici che, nel 1992, nasce la nostra azienda agricola a conduzione familiare. In oltre vent'anni di storia abbiamo arricchito il nostro bagaglio di esperienze e migliorato le nostre tecnologie, ma sono rimaste intatte l'attenzione e la cura che la nostra famiglia ripone nel processo produttivo per ottenere un olio extravergine d'oliva unico nel gusto e nell'aroma.

La raccolta mediante brucatura e pettinatura.
Il nostro frantoio.

Raccogliamo con cura le olive provenienti dai nostri uliveti — circa dieci ettari di superficie per un totale di quasi duemila piante appartenenti alle cultivar Cerasuola (60%), Biancolilla (20%) e Nocellara del Belice (20%) — situati a sei chilometri da Castellammare e otto da Segesta. La coltivazione degli ulivi avviene in maniera del tutto naturale, biologica e biodinamica. Entro 24 ore dalla raccolta le olive vengono trasformate nel nostro frantoio, situato a pochi chilometri da Scopello e dalla Riserva Naturale dello Zingaro.

I nostri oli Scopel® e Cetarea® sono stati selezionati e inseriti nella Guida ai migliori oli italiani di qualità accertata “L’Extravergine” e nella “Guida agli Extravergine” edita da Slowfood.

Dal 2008, la nostra azienda si è specializzata anche nella produzione di biocombustibili solidi di origine vegetale, provenienti dalle produzioni agroindustriali e dalla silvicoltura. Questi combustibili sono considerati una forma di energia pulita ad emissione nulla di CO2, motivo per il quale abbiamo diversificato la produzione ampliando la struttura e creando il comparto SicilBiomasse®. Quest’ultimo è specializzato nella produzione e commercializzazione di biocombustibili solidi e nella progettazione e installazione di impianti termici, caldaie e stufe a pellet.

Prodotti

Dal nostro patrimonio olivicolo, composto da circa duemila piante delle cultivar Cerasuola, Biancolilla e Nocellara del Belice, otteniamo i nostri oli extravergine d'oliva Scopel® e Cetarea®.

Olio Scopel®

L'olio extra vergine d'oliva Scopel® è un blend di varietà Cerasuola, Biancolilla e Nocellara del Belice. Si caratterizza per una bassa acidità, un'ottima conservabilità e per il suo sapore fruttato di oliva con una composizione aromatica armonica, dal gusto di carciofo e dal retrogusto di erba verde e punte di amaro.

Acquista

Olio Cetarea®

L'olio extra vergine d'oliva Cetarea® è un monocultivar della varietà Cerasuola. Si caratterizza per una bassa acidità, un'ottima conservabilità e per il suo sapore fruttato di oliva con una composizione aromatica amaro/piccante dal gusto di mela matura e dal retrogusto con punte di piccante.

Acquista

Trasformazione

Dopo il periodo di cura e coltivazione biologica e biodinamica degli ulivi, la raccolta dei frutti inizia nei primi giorni di ottobre e si conclude entro la prima decade di novembre.

I metodi che utilizziamo sono: la brucatura, che consiste nello staccare i frutti dai rami con l'aiuto di scale e reti a terra; la pettinatura, attraverso l’uso di "pettini" in plastica flessibile chiamati rastrelli coi quali si procede a mano per staccare i frutti e farli cadere sulle reti; infine la raccolta agevolata, che si effettua tramite agevolatori elettropneumatici, che favoriscono il distacco dei frutti. Le olive raccolte dalle reti vengono versate in cassette aerate e trasferite al nostro frantoio dove vengono lavorate nello stesso giorno dalla raccolta.

La raccolta attraverso il metodo della pettinatura.
La raccolta tramite agevolatori elettropneumatici.

Il frantoio dispone di due linee di molitura adibite alla lavorazione delle olive conto proprio e conto terzi.

Il nostro olio extravergine d'oliva è ottenuto mediante estrazione centrifuga delle paste. Ciò vuol dire che la separazione dell'olio contenuto all'interno del frutto avviene dopo la frangitura e la gramolatura della pasta, mediante centrifugazione con separazione dell'olio dall'acqua e dalla parti solide quali nocciolo, polpa, buccia. L'intero processo di trasformazione avviene a freddo, ovvero nell'intero ciclo di produzione dell'olio non vengono mai superati i 27 °C imposti per legge. L'estrazione dell'olio avviene attraverso decanter di ultima generazione della ditta OMT - Officine Mecccaniche Toscane.

Fasi della lavorazione

a) raccolta delle olive;
b) consegna al frantoio la sera stessa, in bins forati per garantire l'integrità del frutto;
c) pesatura delle olive per controllarne la quantità;
d) processo di separazione e pulitura da foglie, rametti e varie impurità;
e) lavaggio delle olive con acqua chiara;
f) frangitura con mulino a coltelli di acciaio inossidabile a bassa velocità per non alterare la qualità del prodotto;
g) trasferimento, per gravità, della pasta ottenuta dalla frangitura in vasche di acciaio inossidabile dove, con il movimento di pale poste su assi rotanti, avviene la gramolatura, procedimento che serve a facilitare la successiva separazione dall'olio, dall'acqua e dalle parti solide; la permanenza della pasta dentro le gramole è di circa 30 minuti, dopodiché viene trasferita alle centrifughe orizzontali per la separazione delle parti che compongono la pasta stessa;
h) centrifugazione dentro una macchina chiamata decanter, che separa i tre diversi corpi specifici della pasta: acqua, olio e parti solide (queste ultime chiamate sansa vergine);

Scarico delle olive e lavorazione entro 24 ore dalla raccolta.
Una fase della lavorazione.

i) l'olio così ottenuto viene passato in un ulteriore separatore centrifugo che elimina definitivamente le ultime impurità presenti nell'olio, come particelle di acqua e piccole impurità;
j) trasferimento tramite una pompa alla pesatrice per quantificare in kg l'olio ottenuto;
k) stoccaggio dell'olio prodotto, il quale viene depositato a decantare naturalmente in cisterne di acciaio inox di varie capienze in modo che ciascuna di esse risulti piena, evitando così la formazione di cuscini d'aria che possano ossidare l'olio;
l) dopo qualche settimana dalla produzione, l'olio viene travasato in altri contenitori per asportare il fondo di particelle solide che sono all'interno delle molecole dell'olio e che devono essere eliminate, la cosiddetta morchia;
m) dopo circa un mese dalla produzione, l'olio è finalmente pronto per il confezionamento e la vendita; l'imbottigliamento avviene in appositi locali adibiti esclusivamente a questo scopo, dove macchinari modernissimi confezionano sotto azoto il prodotto in lattine o bottiglie; questa tecnica di confezionamento permette al prodotto di durare per qualche anno, mantenendo inalterate le qualità originali; i contenitori che utilizziamo sono bottiglie in vetro sia trasparente che opaco di varie capienze, oppure lattine in banda stagnata.

Biocombustibili SicilBiomasse®

Il termine biomassa indica un materiale di natura vegetale che non ha subito nessun trattamento chimico. In questa definizione rientrano un'enorme quantità di materiali differenti tra loro, ma tutti aventi in comune una matrice di origine organica. Le biomasse vegetali sono fonti rinnovabili da utilizzare per la produzione di energia termica previa combustione in impianti a combustione diretta. Inoltre, hanno un ruolo importante nell'attuale contesto socio-economico, rappresentando una valida alternativa alle fonti fossili.

Biocombustibile.
Essiccatoio.

I nostri biocombustibili

Nocciolino di sansa

Formato:
sacco da 15-25 kg, big bags.

Dettagli
Acquista

Il nocciolino di sansa vergine di olive altro non è che il nocciolo e la polpa di oliva, opportunamente disidratati ed essiccati fino ad un tenore di umidità di circa il 10%. È ottenuto dalla lavorazione esclusivamente meccanica e termica del sottoprodotto sansa di olive. È un materiale vegetale-naturale con una granulometria media di circa 3-8 mm ed è un biocombustibile considerato biomassa ai sensi del D.Lgs 152/2006, ideale per l'alimentazione di caldaie, termo camini, forni e stufe policombustibili con un potere calorifico di circa 4.800 kcal/kg.

Nascondi dettagli

Pellet di
legno

Formato:
sacco in PVC da 15 kg.

Dettagli
Acquista

Il pellet di legno è un prodotto ottenuto per compressione di una miscela di varie essenze legnose, in macchine cubettatrici. È ecologico e privo di collanti. Il suo potere calorifero è a pari 5.100 kcal/kg, classificato come pellet di prima categoria A1.

Nascondi dettagli

Nocciolino di olive

Formato:
sacco da 15-25 kg, big bags.

Dettagli
Acquista

Il nocciolino di olive altro non è che il nocciolo di oliva, ottenuto dalla lavorazione esclusivamente meccanica del sottoprodotto sansa di olive presso i frantoi oleari. È un materiale vegetale-naturale con una granulometria media di circa 3-8 mm. È un biocombustibile considerato biomassa ideale per l'alimentazione di caldaie, termo camini, forni e stufe policombustibili con un potere calorifico di circa 5.000 kcal/kg.

Nascondi dettagli

Bricchetti di legno

Formato:
cartoni da 20 kg.

Dettagli
Acquista

Bricchetto ottenuto dalla compressione di farine disidratate di legno, completamente ecologico, senza collanti e residui. Specifico per pizzerie o camini, è una valida alternativa alla legna da ardere in quanto sviluppa un potere calorifero superiore di circa 5000 kcal/kg, il doppio rispetto alla legna.

Nascondi dettagli

Cippato essiccato

Formato:
big bags.

Dettagli
Acquista

Il cippato, dall'inglese “chips”, è ottenuto dalla triturazione del legno in scaglie di dimensioni variabili con lunghezza e spessore di pochi cm. Può essere utilizzato in caldaie a cippato di medie e grosse dimensioni per la produzione di energia elettrica o in impianti di cogenerazione. Il cippato prodotto dalla nostra azienda è disidratato e ottenuto da essenze legnose quali faggio, cerro, abete e quercia. Il potere calorifero è di circa 4.000 kcal/kg.

Nascondi dettagli

Cippatino (novità)

Formato:
sacchi da 10 kg.

Dettagli
Acquista

Il cippatino è un prodotto nuovo, valida alternativa al pellet, ottenuto dalla calibrazione, depolverazione e disidratazione del cippato di legno. Ha una granulometria compresa tra 5 e 10 mm, che ne consente l'uso in stufe in miscela con il pellet. Il potere calorifero è di circa 4.300 kcal/kg.

Nascondi dettagli

Legna da ardere

Formato:
bancali da 1 ton.

Dettagli
Acquista

La legna da ardere è da sempre il combustibile di base più noto e diffuso. Disponiamo di legna di faggio, quercia, cerro, legni duri e stagionati con elevato potere calorifero.

Nascondi dettagli

Gusci di mandorle

Formato:
sacchi da 25 kg.

Dettagli
Acquista

I gusci di mandorle sono prodotti assolutamente naturali, vegetali e non richiedono alcun tipo di lavorazione. Si possono avere sia macinati che interi e l'utilizzo consigliato è per le caldaie, i panifici e le pizzerie. Hanno un potere calorifero di circa 4.300 kcal/kg.

Nascondi dettagli

Caldaie e stufe a pellet

Per informazioni sull'installazione di impianti termici o per conoscere la nostra disponibilità di caldaie e stufe a pellet vi invitiamo a contattarci.

Contatti

Ma.Edil di Cracchiolo Matteo

Sede amministrativa Ma.Edil e stabilimento SicilBiomasse:
Contrada Conza, 64 — S.S. 187 km 36
91014 Castellammare del Golfo TP

Telefono/fax: +39 0924 39000

Frantoio:
Contrada Conza, 66 — S.S. 187 km 35,6
91014 Castellammare del Golfo TP
Telefono/fax: +39 0924 39099

Matteo Cracchiolo: +39 338 3722119
Natale Cracchiolo: +39 329 4473177